ARRESTO BURLANDO: OCCHETTO, SPERO DI RIABBRACCIARLO PRESTO
ARRESTO BURLANDO: OCCHETTO, SPERO DI RIABBRACCIARLO PRESTO

Roma, 19 Mag. -(Adnkronos)- ''Spero di poter riabbracciare presto Claudio Burlando''. Il segretario del Pds commenta in questo modo l'arresto del sindaco pidiessino di Genova, invitando la Magistratura ad andare avanti, ribadendo che il Pds e' estraneo al sistema delle tangenti e affidandosi ''all'onesta' dei cronisti'' nel riportare le notizie sul coinvolgimento della Quercia in mani pulite.

Per parlare dell'arresto di un altro esponente pidiessino, il segretario ricorda il caso di Marco Marcucci, presidente della Regione Toscana, arrestato, poi rilasciato ed in parte prosciolto dalle accuse che gli venivano attribuite, per i lavori di costruzione della diga del Bilancino.

''Quando fu arrestato Marco Marcucci dissi che il partito non era toccato dalle tangenti e invitai la Magistratura a fare chiarezza. Marcucci l'ho potuto riabbracciare al congresso della Toscana. Mi auguro di poter abbracciare presto anche Claudio Burlando''.

Ma nelle parole del segretario del Pds c'e' forse il risentimento per le copertine dei settimanali, per le cronache dei Tg e per i servizi dei quotidiani apparsi negli ultimi giorni sul Pds. ''Siamo l'unico partito, e questo forse da' fastidio, che ha distinto il compito dei magistrati da quelli che sono i giudizi politici. Quello che penso io sull'arresto di Burlando non conta assolutamente nulla'', taglia corto rispondendo ai giornalisti che gli chiedono un commento. (Segue)

(Ruf/Pan/adnkronos)