DC: APPELLO 'TRASVERSALE' ALL'UNITA' FRA SEGNI E MARTINAZZOLI (2)
DC: APPELLO 'TRASVERSALE' ALL'UNITA' FRA SEGNI E MARTINAZZOLI (2)

(ADNKRONOS)- IL RAGIONAMENTO ALLA BASE DELLA RICHIESTA DEI PARLAMENTARI DI 'DISGELO' FRA SEGNI E MARTINAZZOLI MUOVE DALLE NOVITA' EMERSE NELLE POSIZIONI DELL'AUTORITA' ECCLESIALE E DALLE PRESSIONI INTERNE ED ESTERNE AL PARTITO PER LA SCOMPOSIZIONE E RICOLLOCAZIONE DELLA PRESENZA CATTOLICA. MA, SOPRATTUTTO, SI INCENTRA SULLA NECESSITA' DI NUOVE AGGREGAZIONI POLITICHE IMPOSTA DALL'AVVENTO IN ITALIA DEL SISTEMA ELETTORALE MAGGIORITARIO, CHE ''CHIEDERA' AI VECCHI PARTITI DI RINUNCIARE ALLE PROPRIE RACCHIUSE PARZIALITA' ''.

''OCCORRERA' -AFFERMA L'APPELLO- RACCOGLIERE IN 'GRANDI CARTELLI' SENSIBILITA' E TRADIZIONI POLITICHE CHE SI RICONOSCONO IN COMUNI PROSPETTIVE. SEGNI LAVORA PER QUESTO DA TEMPO, ANTICIPANDO IL FUTURO: EPPURE IL PROCESSO CHE HA INTESO AVVIARE RISCHIA DI ESSERE STERILE SE NON SI RADICA SULL'IMPIANTO UNITARIO DEI CATTOLICI...''.

LA SCOMMESSA E' DUNQUE LA RICOMPOSIZIONE, SECONDO ''IL SENTIERO DIFFICILE'' TRACCIATO DALLE PAROLE DEL PAPA E DEI VESCOVI SU ''L'UNITA' DEI CATTOLICI NEL PLURALISMO''. E CHE TENGA CONTO DELL'ASSISE COSTITUENTE PROPOSTA ERMANNO GORRIERI E GIOVANNI BIANCHI ''PER UNA ROTTURA ANCHE SIMBOLICA'', DEL NUOVO SOGGETTO PROPOSTO DA ROSI BINDI, DEI ''GESTI DI ESPLICITA DISCONTINUITA''' RICHIESTI DA PADRE SORGE. ''LA SCOMPOSIZIONE POLITICA -SI LEGGE FRA L'ALTRO- VISIBILE ANCHE SE NON AUSPICABILE, PROMETTE DI RIDURRE L'INFLUENZA CULTURALE NELLA FUTURA STAGIONE. ESSA NON PUO' ESSERE ACCETTATA CON RASSEGNAZIONE''.

(TOR/PE/ADNKRONOS)