PRC: GARAVINI BOCCIATO (2)
PRC: GARAVINI BOCCIATO (2)

(adnkronos) - ''Non mi sento un segretario dimezzato - ha affermato Garavini - ho presentato un'analisi e delle proposte che sono state accolte solo in parte. Mi accusano di leaderismo perche' ho posto in modo netto e tagliente dei temi che, secondo altri, avrebbe dovuto essere il congresso ad affrontare. Invece ho voluto fare un atto di forza e lI ho propostI ora''. C'e' ''divisione'', ha ammesso il leader del Prc anche se su alcuni punti la relazione ha avuto un consenso unanime. Quando Garavini difende il ruolo politico del partito, sostiene che Rifondazione deve difendere il suo ruolo nella sinistra di opposizione e che percio' non si sciogliera' per diventare 'qualcos'altro', ottiene l'approvazione e il sostegno degli esponenti la direzione.

L'assemblea si spacca in due quando Garavini critica ''certi personalismi'' e attacca ''lo spirito settario di certi gruppi'', chiedendo in pratica un voto di fiducia sulla sua linea politica. Di rimando, chi gli vota contro, come Armando Cossutta e Lucio Libertini, lo accusa di ''leaderismo'', di ''gestione verticistica''. Un esempio dei personalismi? ''L'intervista di Libertini al 'Corriere della Sera' - risponde Garavini - Noi non vogliamo alimentare una campagna di sospetto nei confronti del Pci e non mettiamo in dubbio l'integrita' morale dei dirigenti del Pds, anche se - aggiunge - non possono continuare a dire che non e' successo niente e bisogna individuare la causa di quei fatti per poterli eliminare''. (segue)

(RUF/PE/ADNKRONOS)