RAI: ORDINE GIORNALISTI SU RINVIO RIFORMA
RAI: ORDINE GIORNALISTI SU RINVIO RIFORMA

ROMA, 19 MAG. (ADNKRONOS) - DEPLORAZIONE E VIVA PREOCCUPAZIONE PER LA MANCANZA DEL NUMERO LEGALE A MONTECITORIO IN OCCASIONE DELLA DISCUSSIONE SULLA LEGGE DI RIFORMA DELLA RAI, SONO STATE ESPRESSE DAL PRESIDENTE DELL'ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI, GIANNI FAUSTINI E DAL SEGRETARIO, STEFANO GIGOTTI IN UNA DICHIARAZIONE CONGIUNTA.

I RAPPRESENTANTI DELL'ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI -SI LEGGE IN UNA NOTA- RITENGONO CHE QUANTO ACCADUTO OGGI ALLA CAMERA MANIFESTI UNA GRAVE IRRESPONSABILITA' DEL POTERE POLITICO, LE CUI CONSEGUENZE NON POTRANNO NON RIFLETTERSI NEGATIVAMENTE SULLA SITUAZIONE DELL'AZIENDA DI SERVIZIO PUBBLICO RADIOTELEVISIVO CHE DA MESI ORMAI SI TROVA A DOVER OPERARE IN UNA SITUAZIONE DI PREOCCUPANTE INCERTEZZA GESTIONALE.

FAUSTINI E GIGOTTI ESPRIMONO PIENA SOLIDARIETA' AI GIORNALISTI E A TUTTO IL PERSONALE DELLA RAI IN LOTTA PER OTTENERE UNA RIFORMA CHE SVINVOLI L'AZIENDA DA LOGICHE LOTIZZATORIE E CHE SIA IN GRADO DI RILANCIARE COMPLETAMENTE IL SERVIZIO PUBBLICO. ESSI MANIFESTANO, INOLTRE, PIENO APPOGGIO ALLE INIZIATIVE SINDACALI CHE USIGRAI E FEDERAZIONE DELLA STAMPA INTENDONO METTERE IN ATTO NELLE PROSSIME ORE.

(COM/PE/ADNKRONOS)