RAITRE: ''FUORIORARIO''
RAITRE: ''FUORIORARIO''

ROMA, 22 MAG. (ADNKRONOS) - FUORIORARIO DEDICA LA PUNTATA DI LUNEDI' 24 MAGGIO IN ONDA SU RAITRE INTORNO ALL'UNA A GIORGIO DE CHIRICO. SI COMINCIA CON UN'INTERVISTA DI CARLO MAZZARELLA CHE ACCOMPAGNA IL MAESTRO IN UNA ''PASSEGGIATA ROMANA'' DALLA SUA CASA DI PIAZZA DI SPAGNA AL MUSEO BORGHESE, DOVE NEL 1918 DE CHIRICO EBBE LA RIVELAZIONE DELLA GRANDE PITTURA DAVANTI AD UN QUADRO DEL TIZIANO, ''L'AMORE BENDATO''. TRA RICORDI ED ANEDDOTI, DE CHIRICO ILLUSTRA LE SUE TEORIE SULLA PITTURA, RICONOSCE DI ESSERE STATO INFLUENZATO DALL'OPERA DI NIETZCHE, CONFESSA LA SUA IRRIDUCIBILE AVVERSIONE NEI CONFRONTI DELL'ARTE MODERNA (O MEGLIO MODERNISTA, COME EGLI STESSO SI PREMURA A SPECIFICARE) E IL SUO GRANDE AMORE PER IL BAROCCO.

NEL PROGRAMMA VEDREMO ANCORA DE CHIRICO AL LAVORO, ALLE PRESE CON UN AUTORITRATTO IN COSTUME ANTICO E MENTRE SPIEGA ALCUNI QUADRI, ECCEZIONALE GUDA IN UNA MOSTRA DEDICATA ALLE SUE OPERE. E VEDREMO INFINE UN DE CHIRICO MENO UFFICIALE, INTERVISTATO DURANTE UNA PAUSA DEGLI SPETTACOLI DEL FESTIVAL DEI DUE MONDI DI SPOLETO.

IN QUESTA OCCASIONE IL MAESTRO, IRONICAMENTE AFFERMA DI ESSERE MOLTO SORPRESO DELLA POPOLARITA' CHE LO CIRCONDA SE ESISTESSE LA POSSIBILITA' DI ELEZIONE DIRETTA A PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, OSSERVA DE CHIRICO, SICURAMENTE OGGI NON AVREI RIVALI.

(COM/PE/ADNKRONOS)