ACQUA: TORRI NEL DESERTO PER RISOLVERE IL PROBLEMA (3)
ACQUA: TORRI NEL DESERTO PER RISOLVERE IL PROBLEMA (3)

(adnkronos) - Ma il costo del Mfs e' elevato, se non c'e' disponibilita' di carburante a basso prezzo. Il sistema piu' usato al mondo, invece, e' quello dell'osmosi inversa. Nel procedimento di dissalazione, l'acqua marina viene filtrata da una membrana semipermealbile, che separa i sali non necessari e fa passare quelli richiesti dall'organismo.

Anche in questo caso occorre una discreta quantita' di energia, molto inferiore a quella richiesta dal Multi Flash, ma il rovescio della medaglia e' la mancata produzione di energia ''di risulta''. Nel caso del progetto israeliano la scommmessa e' invece quella di produrre acqua ed energia a basso costo e in ogni parte del mondo senza enormi sforzi economici, a patto di avere le tecnologie necessarie per costruire ''bestioni'' del genere. Il costo del canale e' di due miliardi di dollari mentre non e' ancora stato stimato quello della costruzione dei torrioni.

Il risultato pero' sembrerebbe valere la candela: produrre energia al costo di 30-45 lire per Kilowatt/ora, vale a dire un costo molto basso. Canali simili potrebbero essere esportati lungo entrambe le fasce desertiche del mondo per produrre, secondo i calcoli di Zaslavsky, 15 volte il fabbisogno di cinque miliardi di persone, 'energivore' tanto quanto i tedeschi. Quello che non e' chiaro e' come si intende far fronte alle prevedibili proteste degli ambientalisti della regione e del resto del mondo.

(ata/pan/adnkronos)