FINANZIARIA 94: BARUCCI ''SARA' SEVERA E SELETTIVA'' (2)
FINANZIARIA 94: BARUCCI ''SARA' SEVERA E SELETTIVA'' (2)

(Adnkronos) - Per il ministro del tesoro, Piero Barucci, le note dolenti vengono poi dalla ''crisi politica enorme che ha minato la credibilita' del paese'' e Barucci ha ricordato come: ''l'avviso di garanzia a un noto uomo politico milanese (Craxi - ndr) causo' la discesa di due punti dei tassi internazionali sui titoli pubblici italiani, un altro calo di tre punti fu causato dall'avviso di garnazia ad un altro noto uomo politico (andreotti - ndr); il 'giovedi nero' alla camera, fede scendere di altri due punti i nostri titoli sui mercati internazionali, mentre, infine, l'attentato di Firenze ha fatto calare i tassi dei nostri titoli di un altro punto. E' ovvio -ha detto Barucci- che il ministro del tesoro, l'uomo piu' indebitato del mondo, si preoccupa dei tassi di interesse''. E', con ottimismo ''nonostante tutto -per Barucci- e' aumentata la credibilita' del paese: non si vedevano tassi dei bot al di sotto del 10 pc da anni, e da decenni per i btp''.

''I tassi creditizi non hanno pero' seguito i tassi monetari per varie ragioni -ha ammesso il ministro del tesoro- le banche hanno avuto un ruolo difficile, infatti, in questo ultimo anno''. ''Io pero' -ha sottolineato il ministro del tesoro- non ho mai voluto polemizzare coi banchieri, non perche' facevo parte del sistema, ma perche' capisco che in un momento di crisi come questo e' importante per il paese avere banche solide''.

Barucci ha quindi sottolineato che ''si stanno preparando momenti non allegri per il sistema bancario perche' dovremo acceettare di scambiare crediti con capitali di rischio e questa e' una soluzione non certo profittevole''. (segue)

(Dac/gs/Adnkronos)