MANOVRA: GIUGNI CONTRO CONTRIBUTI AUTONOMI
MANOVRA: GIUGNI CONTRO CONTRIBUTI AUTONOMI

Roma, 29 mag. (adnkronos) - Il ministro del lavoro, Gino Giugni, intende intervenire a proposito dell'art.2 del decreto legge 155 del 1993 che introduce un obbligo contributivo nella misura del 27 per cento a carico dei cosiddetti lavoratori parasubordinati, precisando, tra l'altro, che tale disposizione non e' stata ne' immaginata, ne' proposta dal Ministero del lavoro.

Giugni ritiene comuqnue che ''le pur giuste finalita' previdenziali perseguite da tale provvedimento, possano trovare una risposta piu' adeguata con altri mezzi, tanto piu' che, come ha confermato Monorchio, il gettito ipotizzato dalla Ragioneria generale dello Stato appare di modesta entita' e, quindi, sostituibile senza eccessiva difficolta'.

''La istituzione di una copertura previdenziale per soggetti che ne risultano a tutt'oggi privi -prosegue Giugni- sembra consigliare l'adozione di interventi specifici. La molteplicita' delle complesse questioni da affrontare e risolvere, non ultima l'attenta valutazione degli effetti indotti sul piano lavorativo e fiscale, puo' trovare piu' compiuta, calibrata e soddisfascente soluzione in una apposita iniziativa legislativa dello stesso Governo, a completamento delle recenti misure adottate in materia di previdenza obbligatoria e complementare.

''Oppure in seno ad iniziative parlamentari di piu' ampio respiro, quale la proposta di legge presentata il 6 maggio 1992 da Mancini che generalizza la copertura previdenziale per tutte le attivita' libero-professionali, conclude giugni''.

(com/gs/adnkronos)