SPAGNA: GREENPEACE CONTESTA IL RISANAMENTO DELLA GALIZIA
SPAGNA: GREENPEACE CONTESTA IL RISANAMENTO DELLA GALIZIA

ROMA, 29 MAG. -(ADNKRONOS)- Le tonnellate di petrolio sversate nel dicembre scorso dalla petroliera Aegean Sea davanti alle rocce di La Coruna, in Galizia, sono oggetto del contendere tra Greenpeace e governo spagnolo. Secondo l'associazione ambientalista, le operazioni di risanamento minaccerebbero la riproduzione della vita nei fondali galleghi, con immediate ripercussioni sull'economia della zona. Il petrolio depositato sul fondo verra' infatti, secondo i piani del governo, risucchiato da pompe e draghe, un ''raschiamento'' che togliera' parte dello strato superficiale del fondale, che verra' poi depositato lungo le coste. Greenpeace afferma che l'estrazione ''altera il processo di formazione dei banchi sabbiosi e provoca un aumento della torbidita' dell'acqua, che andrebe a colpire il gia' fragile equilibrio del fondale. Greenpeace rinforza le sue osservazioni con l'opinione, identica, dei pescatori locali.

(ATA/PAN/ADNKRONOS)