PLI: COSTA - DICHIARAZIONE D'INTENTI
PLI: COSTA - DICHIARAZIONE D'INTENTI

Roma, 29 mag. (adnkronos) - Il neo-segretario generale del Pli ha diffuso una ''dichiarazione d'intenti'' con cui riassume schematicamente i suoi impegni fino all'8 luglio quando verra' aperto il Congresso nazionale di partito.

Per quanto riguarda l'assetto interno il Segretario del Pli ha detto che ''intende avviare un processo di riordino e di snellimento delle strutture del partito oggi non elefantiache ma sicuramente da rivedere''.

''Sara' mio compito -anche- favorire il dialogo fra gli esponenti del partito affinche' si proceda verso una sicura unita'. I rapporti con i liberali italiani saranno semplificati: un apposito ufficio ne raccogliera' costantemente i messaggi dalla periferia al centro. I rapporti fra cittadini e Pubblica Amministrazione verranno affidati ad un Difensore Civico liberale interno alla sede centrale. I rapporti con gli enti e gli uffici pubblici verranno affidati, con compiti specifici, a parlamentari, Consiglieri nazionali e provinciali con lo scopo di verificare efficienza e costi delle strutture pagate con danaro pubblico.

''Ho intenzione di proporre ai competenti organi del Pli anche una forma semplificata di adesione al programma liberale: -ha detto Costa- che no costituisca tesseramento, ma semplicemente un segnale di attenzione verso il nostro partito, da parte di persone che condividono la battaglia a favore del singolo, dell'individuo, del cittadino troppo sovente lasciato solo dinanzi all'intricata macchina della Pubblica Amministrazione.

I termini, limitati, della mia elezione non mi consentono di impegnare direttamente il Pli nei confronti della costituita Unione di Centro ovvero di altri movimenti analoghi: lo faranno i singoli esponenti che lo vorranno, ed in quella forma che riterranno opportuna e compatibile''. (segue)

(com/gs/adnkronos)