CAMORRA: MARTUCCI, SONO VITTIMA DI IGNOBILE ATTACCO
CAMORRA: MARTUCCI, SONO VITTIMA DI IGNOBILE ATTACCO

Roma, 2 giu. (adnkronos) - L'on. Alfonso martucci, del Pli, vice presidente della commissione giustizia della camera ha diffuso un comunicato nel quale dice di poter ormai con certezza affermare ''di essere stato vittima di un ignobile attaccco'' alla sua personalita' di avvocato e di parlamentare ''con la diffusione di false notizie su un mio preteso coinvolgimento in interferenze giudiziarie nel caso Galasso''.

Martucci ha precisato di aver appreso ''dagli stessi procuratori della Repubblica procedenti del tribunale di salerno che e' falso che sia stato emanato un avviso di garanzia nei miei confronti, che e' ancor piu' falso che sia stata avanzata una richiesta di autorizzazione a procedere, che e' anche falso che il mio nome sia mai stato iscritto nel registro degli indagati e che nei miei confronti siano state riferite da Pasquale galasso circostanze concretizzatesi in ipotesi di reato''. Cio' -sottolinea Martucci- ''mi e' stato ufficialmente comunicato''.

Nella stessa circostanza di tale comunicazione ho chiesto ieri sera, primo giugno, di essere sentito nella qualita' di testimone per riferire tutto quanto e' a mia conoscenza sul caso giudiziario galasso e sui casi connessi onde contribuire a ricostruire i fatti nella loro veridicita'. Lascio giudicare ai cittadini -afferma ancora martucci- il metodo di attentato alla reputazione e alla dignita' di un uomo che e' stato usato contro di me, e contro la mia esclusiva responsabilita' di svolgere da circa 40 anni con passione ma anche con estremo rigore la professione di avvocato''. Dopo essersi riservato ''le piu' opportune azioni giudiziarie per accertare donde siano state tratte le false notizie sulle iniziative giudiziarie'' a suo carico e di ''chiedere i danni per le gravi conseguenze morali e materiali subite, con somme da devolvere ad iniziative umanitarie'', l'on. martucci afferma di ritenere che ''sul caso di questa grave aggressione alla personalita' di un cittadino, non inmporta se avvocato e parlamentare, debbano intervenire i rappresentanti del parlamento italiano''.

(gug/ZN/ADNKRONOS)