LEGGE ELETTORALE: POLEMICHE FRA 'PATTISTI' SUL DOPPIO VOTO
LEGGE ELETTORALE: POLEMICHE FRA 'PATTISTI' SUL DOPPIO VOTO

Roma, 2 Giu. -(Adnkronos)- Continuano le polemiche fra i promotori del referendum sulla proposta Mattarella di riforma elettorale per la Camera. Peppino Calderisi, membro della presidenza del Corel, annuncia con soddisfazione la firma di Augusto Barbera su un emendamento di Elio Vito (lista Pannella) che mira all'abolizione dello 'scorporo' mantenendo il doppio voto.

Willer Bordon, invece, si dichiara ''assolutamente'' contrario ad ogni ipotesi di doppio voto ''che rappresenta la perpetuazione della partitocrazia''. ''La riforma e' possibile -affermano Calderisi e Vito- se si segue la strada del turno unico con doppio voto e con separazione netta fra ambito uninominale maggioritario e ambito proporzionale. Barbera firma questo emendamento e ci auguriamo che anche Segni voglia seguire questa strada. L'emendamento mira all'abolizione del cosiddetto ''scorporo'' giudicato ''comunque impraticabile e facilmente eludibile con il doppio voto''.

Per parte sua, il promotore di 'Alleanza Democratica' vede sulla questione ''la scelta decisiva. Da una parte -osserva Bordon- c'e' la partitocrazia che vuole conservarsi con il doppio voto. Dall'altra, invece, chi vuole rispondere al cambiamento. Non ci sono alternative coerenti con il rinnovamento politico -dice- diverse dal turno unico secco o dal doppio turno con il semplice ballottaggio fra i primi due e senza recupero proporzionale''. Bordon si dice convinto che tale scontro vedra' vincitori e vinti gia' a partire dalle elezioni di domenica prossima per le quali prevede ''significative sorprese. Milano -conclude- sara' la Caporetto per la partitocrazia''.

(Pol/Pan/adnkronos)