RAI: GUGLIELMI INSISTE - UNA RETE A MILANO
RAI: GUGLIELMI INSISTE - UNA RETE A MILANO

MILANO, 2 GIU. (ADNKRONOS) - ''IL PARLAMENTO NON PUO' ESSERE COMPETENTE PER L'ORGANIZZAZIONE INTERNA DI UN'AZIENDA, QUINDI L'ORDINE DEL GIORNO APPROVATO VA INTERPRETATO SOLO COME UNA DICHIARAZIONE DI INCOMPETENZA E NON PUO' ESSERE INTESO IN ALTRO MODO'', PAROLA DI DI ANGELO GUGLIELMI, DIRETTORE DI RAITRE, CHE PROSEGUE AD OLTRANZA LA SUA BATTAGLIA PER IL TRASFERIMENTO DELLA RETE A MILANO, NONOSTANTE IL RECENTE PRONUNCIAMENTO DEL PARLAMENTO.

L'OBIETTIVO E' PERSEGUIBILE, SECONDO GUGLIELMI, SOPRATTUTTO SE MILANO FARA' SENTIRE LA SUA VOCE: ''SI POTRA' FARE SE LA CITTA' LO VORRA'. DIVENTERA' INEVITABILE SE L'INTERA CITTA' LO RICHIEDERA''', AFFERMA GUGLIEMI, OGGI A MILANO PER PRESENTARE LA RIPRESA DI 'MILANO ITALIA', TRASMISSIONE CHE TORNERA' AD ANDARE IN ONDA DA LUNEDI' PROPRIO DA MILANO.

DA MILANO, PROMETTE GUGLIELMI, DAL PROSSIMO AUTUNNO, ANDRANNO IN ONDA ANCHE UN NUOVO PROGRAMMA DELLA DOMENICA POMERIGGIO, DALLE 14,30 ALLE 19, CON SPORT E ALTRO; UN PROGRAMMA DI SECONDA SERATA, SEMPRE LA DOMENICA, EREDE DEL 'SU LA TESTA' DI PAOLO ROSSI, SENZA ROSSI MA CON ALCUNI DEI COMICI CHE LO ATTORNIAVANO; UNA STRISCIA DI TERZA SERATA ANCORA DI DOMENICA E ANCORA DI INTRATTENIMENTO; UNA STRISCIA QUOTIDIANA, ANCORA DA COLLOCARE, AFFIDATA A CHIAMBRETTI. NUOVE PRODUZIONI CHE, PER GUGLIELMI, ''SONO IL PRIMO PASSO VERSO IL TRASFERIMENTO DELLA RETE A MILANO, IN ATTESA CHE I NUOVI VERTICI DECIDANO IL TRASFERIMENTO COMPLETO, DAL PUNTO DI VISTA FORMALE''.

(CAR/GS/ADNKRONOS)