RPT GARDINI: ''LA VITA VA VISSUTA FINO IN FONDO''
RPT GARDINI: ''LA VITA VA VISSUTA FINO IN FONDO''

Roma, 23 lug.(adnkronos) - ''Personalmente sono dell'idea che la vita debba essere vissuta fino in fondo e non per finta, anche se talvolta c'e' da farsi venire il mal di stomaco''. E, fino ad oggi, Raul Gardini la sua vita l'aveva certamente vissuta fino in fondo, fedele alla filosofia espressa in un libro in cui raccontava la sua storia. Nato sessanta anni fa a Pomposa (il 7 giugno 1933) in provincia di Ferrara, ''il contadino'', come era soprannominato dai suoi amici e come amava farsi chiamare, e' stato uno dei protagonisti dell'economia italiana degli anni ottanta. Alla morte del suocero Serafino Ferruzzi, nel 1979, era stato lui a prendere le redini del gruppo di Ravenna, divenendo presidente del consiglio degli azionisti. E alla guida del gruppo Gardini e' rimasto fino all'11 giugno del 1991, quando si consumo' il divorzio dalla famiglia Ferruzzi e dalla Montedison.

Nel gruppo Ferruzzi, Gardini -che aveva sposato Idina, una delle figlie di Serafino- era entrato circa 35 anni prima, come collaboratore del fondatore. Appassionato di caccia e di vela, grande fumatore, dotato di un carattere autoritario, Gardini si era fatto notare per il suo fiuto. Entrato nel gruppo appena diplomato (perito agrario) rimase al fianco di Serafino Ferruzzi in tutte le fasi dello sviluppo del gruppo nel settore agricolo-industriale. Nel 1957 sposo' la figlia maggiore di Serafino, Idina (dalla quale avra' tre figli: Ivan, Francesco e Maria Speranza), rafforzando ancora di piu' i suoi legami con il fondatore della dinastia.

E, nel 1979, la sua successione al suocero e' quasi scontata, naturale. Da allora, le sue ''avventure'' e le sue ''scorrerie'' nel mondo dell'economia e della finanza non conoscono soste. Fino al 1986 quando la Ferruzzi diventa proprietaria della Montedison, diventandone presidente l'anno dopo. Nel 1989, con l'Eni Gardini da' vita all'Enimont, una vicenda che si conclude in modo traumatico nel novembre 1990 e che sara' la causa dell'informazione di garanzia notificatagli il 26 febbraio di quest'anno.

E proprio la vicenda Enimont e' all'origine dei dissidi con la famiglia Ferruzzi. Con la moglie Idina lascia il gruppo qualche mese dopo, per mettersi in proprio e ricominciare la scalata al ghota dell'economia nel settore agricolo alimentare. (Red/As/Aadnkronos)

null