I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Milano. Il presidente vicario del tribunale civile del capoluogo lombardo Curto', indagato per la vicenda Enimont, ha inviato un esposto contro i giudici di ''mani pulite'', alla Procura di Brescia, al Csm e al ministro di Grazia e giustizia. Curto' chiama in causa i giudici D'Ambrosio e Colombo accusandoli di ''comportamento arbitrario e lesivo'' e di ''violazione del segreto istruttorio'' per le notizie comparse sui giornali. Secondo il giudice Curto' i magistrati milanesi che lo avevano convocato come teste in realta' lo hanno interrogato come se fosse gia' ''persona sottoposta ad indagini''. Dura la risposta dei magistrati della Procura di Milano che hanno respinto con fermezza le accuse.

L'Aquila. Arrestati stamane il sindaco del capoluogo abruzzese, Giuseppe Placidi, Dc e l'avvocato Egidio D'Angelo. I reati ipotizzati sarebbero abuso e falso. L'inchiesta riguarda l'apertura di un centro commerciale a L'Aquila.

Cosenza. Arrestato un pericoloso latitante a Lametia Terme. Luigino Primavera, 27 anni, era ricercato dal 18 giugno scorso. Il latitante viene ritenuto dagli inquirenti molto vicino al feroce clan Gattini. L'uomo si era allontanato dal soggiorno obbligato di Tropea ed e' accusato di associazione mafiosa, detenzione d'armi da fuoco e di taglieggiamento degli operatori economici del luogo.

Foggia. Dopo la caccia al nero di qualche giorno fa, gli amministratori di Stornara hanno sollecitato un ''rafforzamento della presenza dello Stato''. La richiesta e' stata avanzata in un vertice in corso alla prefettura di Foggia e al quale partecipano rappresentanti locali dell'associazione extracomunitari. Nella cittadina pugliese sono pochi gli immigrati di colore rimasti: la maggioranza di loro e' andata via ieri sotto scorta per il timore di nuovi raid di braccianti. Gli episodi di intolleranza ebbero origine nella morte per infarto di un anziano a seguito di una rapina ai suoi danni.

Palermo. I vigili del fuoco hanno domato le fiamme che hanno distrutto un'ampia zona di vegetazione sulle alture che sovrastano le borgate di Partanna e Mondello, sulla riviera occidentale di Palermo. L'incendio, presumibilmente di origine dolosa, non ha causato danni alle abitazioni circostanti. Intanto mezzi della Protezione Civile sono attivamente impegnati per contrastare un grosso incendio scoppiato a Maiori, in provincia di Salerno. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)