I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Una campagna di investimenti pubblici per almeno 30mila miliardi nel '94 e una generale riorganizzazione della spesa pubblica che assicuri almeno il pagamento dei sussidi di disoccupazione. Queste le proposte dei sindacati per affrontare una crisi occupazionale che si delinea sempre piu' grave. Sul fronte governativo, il ministro del Lavoro Giugni presentera' a fine mese il piano per attuare gli impegni presi nell'ambito dell'accordo sul costo del lavoro. Il progetto conterra' inoltre le linee della riforma del mercato del lavoro degli anni '90, tra cui l'innalzamento dell'obbligo scolastico a 16 anni.

Roma. Il presidente di Rifondazione Comunista, Armando Cossutta, ha lanciato un appello per l'unita' delle sinistre in vista della ripresa dell'attivita' politica in autunno e delle elezioni amministrative di novembre. Cossutta si e' rivolto in particolar modo al Pds, sostenendo fra l'altro che ''la polemica sulle 85 mila lire per il medico di famiglia appare in verita' fuorviante. Il problema -ha aggiunto- e' quello di una seria e profonda riforma fiscale e questo sara' il tema della grande manifestazione nazionale unitaria convocata a Roma per il 25 settembre''. ''Ai compagni del Pds -ha proseguito Cossutta- intendo rivolgere un invito ad una comune riflessione: a me pare che la fine dell'estate sara' carica di problemi. L'autunno ancora di piu'. Per ogni forza politica si imporranno scelte importanti: bisogna decidere da che parte stare''.

Milano. Nuova seduta al rialzo con relativo record dell'anno a Piazza Affari. L'indice Mib ha chiuso infatti a 1362 punti con un piu' 1,79 per cento, nuovo massimo del '93. La nostra moneta rimane stabile nei confronti di marco e dollaro. La divisa tedesca segna oggi 948,02 lire contro le precedenti 948,41. Il dollaro statunitense invece segna due punti in piu' passando dalle 1.602,62 lire di ieri alle 1.604,33 odierne. La lira e' rimasta sostanzialmente stabile anche nei confronti delle maggiori divise europee: franco francese 269,98 (268,18); sterlina 2.391,25 (2.388,71); Ecu 1.807,60 (1.805,67). (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)