CASA: SUNIA - DECRETO GOVERNO BUONO SOLO PER META'
CASA: SUNIA - DECRETO GOVERNO BUONO SOLO PER META'

Roma, 2 set. (Adnkronos)- Soddisfazione del Sunia, sindacato degli inquilini ed assegnatari, per la decisione del governo di abrogare l'imposta del 5 per cento sugli alloggi pubblici. ''Finalmente - dice Antonio De Monaco, segretario nazionale del Sunia - ci si e' resi conto di quanto l'imposta fosse ingiusta ed illegittima''.

Ma gli aprrezzamenti finiscono qui. Infatti, il decreto legge del 30 agosto scorso con il quale questa imposta viene abolita, prevede in un altro articolo che gli alloggi gestiti dagli Iacp paghino l'Ici, a differenza di quanto avviene per tutti gli altri alloggi pubblici che ne sono esentati.

''Dal primo gennaio 1994 - spiega De Monaco - le regioni potranno aumentare gli affitti pubblici per compensare il maggior carico fiscale determinato dall'applicazione dell'Ici. Noi siamo assolutamente in disaccordo con questo provvedimento, perche' l'affitto non puo' essere legato all'imposizione fiscale, ma deve riferirsi ad altri parametri, primo fra tutti il valore dell'immobile''.

''Per questo - conclude De Monaco - possiamo dirci soddisfatti della decisione del governo solo a meta' e speriamo che questa iniquita' relativa agli alloggi gestiti dagli Iacp possa essere superata e che la Camera ne approvi presto la legge di riforma''.

(Stg/Pe/Adnkronos)