OCCUPAZIONE: LA RICETTA DI CIAMPI (3)
OCCUPAZIONE: LA RICETTA DI CIAMPI (3)
LE POLITICHE DEL LAVORO -

(Adnkronos) - Per quanto attiene alle politiche del lavoro Ciampi ha annunciato la predisposizione di un'organico disegno di legge in linea con le indicazioni emerse dall'accordo del 3 luglio scorso. Oggetto della normativa sono: gestione delle crisi occupazionali, i contratti di apprendistato, i contratti di formazione lavoro, la riattivazione del mercato del lavoro (con particolare riferimento a quello interinale, alla riforma delle Agenzie per l'impiego e alla riforma degli strumenti del mercato del lavoro agricolo), l'utilizzo dei lavoratori in cassa integrazione e immobilita', per la realizzazione di lavoro in campo ambientale, di manutenzione, di servizi sociali e di protezione civile; e la definizione del regime contributivo-previdenziale dgli istituti della contrattazione aziendale.

Sara' poi valutata la possibilita' di finanziamento delle leggi operanti in alcuni settori di particolare crisi, da quella sulla siderurgia alla legge Marcora e alla legge Sabatini dell'85. E' previsto inoltre anche il rifinanziamento delle leggi di spesa nel settore della ricerca scientifica.

Per quanto riguarda le aree metropolitane, dove piu'a cuta appare la crisi occupazionale, il governo intende sperimentare nuove forme di intervento istituzionale che consentano una piu' stretta correlazione tra promozione industriale, valorizzazione delle aree industriali dismesse e la gestione attiva della mobilita'. ''Data l'esigenza di raccogliere il contributo attivo degli enti locali interessati, delle forze imprenditoriali e sindacali locali -ha spiegato ancora Ciampi- la presidenza del consiglio si assume, attraverso la task force per l'occupazione, il compito di promuovere e coordinare tali iniziative''. (segue)

(Tes-Vap/Pe/Adnkronos)