GIOIA TAURO: OCCUPATA LA STAZIONE FERROVIARIA (4)
GIOIA TAURO: OCCUPATA LA STAZIONE FERROVIARIA (4)

(Adnkronos) - Dopo la stazione ferroviaria e l'autostrada Salerno-Reggio Calabria, i dimostranti hanno occupato anche la strada statale 111 (che collega Gioia Tauro con l'entroterra aspromontano) e quella 18 (da Napoli a Reggio Calabria). In tutto, circa 800 persone, molti sono li' con le famiglie al completo, si preparano a trascorrere la notte all'addiaccio se da Roma non arrivera' la convocazione ufficiale dell'incontro tra le parti per definire le problematiche dell'area (''fino ad allora -spiega un dirigente della polizia ferroviaria- non credo che si riuscira' ad attraversare il Rubicone, e cioe' Gioia Tauro, praticamente isolata'').

L'incontro e' stato sollecitato dal presidente della giunta regionale, Guido Rhodio, che in un telegramma inviato al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maccanico chiede che venga fissata una ''nuova, ravvicinata data'' per l'incontro a Palazzo Chigi, dopo il rinvio della riunione prevista per oggi. Anche i sindacati premono nella stessa direzione. Fino ad ora, comunque, da Roma non e' giunta alcuna risposta.

Il clima non e' incandescente, assicurano le forze dell'ordine, e ''si mantiene ancora entro i limiti civili''. Quanto questo possa durare nessuno e' in grado di dirlo, tanto piu' che sono in molti ad essere convinti che da questo punto di vista ''l'esempio di Crotone rappresenta un pessimo precedente''.

(Arc/zn/Adnkronos)