GATT: LE POSIZIONI DEL MONDO AGRICOLO ITALIANO
GATT: LE POSIZIONI DEL MONDO AGRICOLO ITALIANO

Roma 23 set. - (Adnkronos) - Il mondo agricolo italiano si oppone a una riduzione dei sostegni alle produzioni mediterranee nell'ambito delle trattative Gatt. E' quanto risulta dalle interviste che verranno pubblicate nel prossimo numero del ''Giornale dell'Ice'' -settimanale di commercio estero- dal presidente della Confagricoltura Augusto Bocchini, dal presidente della Coldiretti Arcangelo Lobianco e dal vice presidente della Confederazione Italiana degli Agricoltori Massimo Bellotti.

''Occorre escludere dalle riduzioni dei sostegni che saranno decisi in sede Gatt -afferma Bocchini- le produzioni mediterranee, che non hanno mai determinato contenziosi sui mercati internazionali''. Secondo il presidente della Confagricoltura, i prodotti mediterranei non solo non producono eccedenze sul mercato internazionale, ma non costituiscono nemmeno una parte rilevante del mercato agricolo mondiale''.

Per Arcangelo Lobianco, ''la delegazione italiana, in un'ottica di approccio globale alla trattativa, ha cercato di fare il possibile. Se pero' esaminiamo in particolare il settore agricolo -dice il presidente della Coldiretti- allora possiamo affermare che si sarebbe potuto chiedere di piu' per le aree mediterranee. I prodotti mediterranei dovrebbero essere esclusi da qualsiasi riduzione del sostegno interno in quanto non creano problemi al mercato mondiale. Si dovrebbe ottenere anche -secondo Lobianco- un riequilibio delle importazioni dei semi oleosi e sostituti dei cereali, per tutelare la vocazione esportatrice della comunita'. Infine e' opportuno conseguire ulteriori garanzie sulle clausole di pace commerciale e di salvaguardia''. (segue)

(com/zn/adnkronos)