GIORNALISTI: FIEG SU SCIOPERO (RIF. N. 38)
GIORNALISTI: FIEG SU SCIOPERO (RIF. N. 38)

Roma, 23 set. (Adnkronos)- I due giorni di sciopero proclamati dalla Federazione della Stampa ''sono - secondo la federazione editori, Fieg - un fatto oggettivamente grave, in quanto colpiscono ingiustamente le imprese editrici per fatti nei quali esse non hanno alcuna responsabilita' e in un momento in cui attraversano uno dei periodi piu' negativi degli ultimi decenni. Spiace constatare questa assoluta insensibilita' dei giornalisti per lo stato dei giornali e questa indifferenza del Governo per il deteriorarsi di una situazione denunciata da tempo e sulla quale da tempo e' stato invocato, anche dagli editori, un intervento di chiarificazione.

''Sta di fatto - prosegue la nota della Fieg - che a pagare le conseguenze dell'indifferenza del Governo e della reazione dei giornalisti per le minacce - vere o presunte - al loro istituto di previdenza, che li porta a prospettare addirittura intollerabili forme di violazione delle leggi, saranno solo i giornali quotidiani e i loro lettori, a tutto vantaggio, ancora una volta, della televisione alla quale, per altri due giorni, sara' consegnato il monopolio dell'informazione e della pubblicita'. Tutto cio' mentre si profila sempre piu' chiaramente una crisi generalizzata della stampa sulle cui cause e' stata ripetutamente attirata l'attenzione del Governo, e in particolare della Presidenza del Consiglio, senza riuscire a provocare alcun segno di attenzione''.

(Com/Bb/Adnkronos)