PDS, UN IMBROGLIO LA SANITA'
PDS, UN IMBROGLIO LA SANITA'

(Adnkronos) - Il Pds sta invece programmando la battaglia sul fronte dell'occupazione, puntando a far recepire dalla finanziaria l'accordo del 23 luglio sul costo del lavoro. ''Puntiamo a rendere parlamentare quell'accordo -spiega Ugo Sposetti, capogruppo in Commissione bilancio- chiedendo l'aumento degli stanziamenti per la formazione professionale, l'imprenditoria giovanile, la piccola impresa, e sopratutto nuovi ammortizzatori sociali per le centinaia di migliaia di lavoratori che perderanno il diritto alla cassa integrazione''.

Ma gli emendamenti del Pds riguardano anche l'adeguamento delle pensioni minime e, sopratutto, la sanita': ''il ministro Garavaglia -dice Sposetti- ha fatto un imbroglio, perche' i risparmi previsti dall'esenzione per fasce di eta' (sotto i 12 anni e sopra i 65), non saranno mai garantiti: non si fa altro che preparare una traslazione delle prescrizioni sanitarie all'interno della famiglia''.

Carlo Scognamiglio (Pli) insiste invece sulla ''timidezza''del governo sul fronte dei tagli alla spesa: ''si poteva incidere di piu' il bisturi e avere dei risultati sul disavanzo corrente migliori rispetto all'anno scorso, che invece sara' leggermente peggiore''. Scognamiglio annuncia pero' pochi emendamenti, piu' di carattere normativo che finanziario, ''perche' toccare questa legge finanziaria, al di la' degli emendamenti che non comportano variazioni di spesa, comporta il pericolo di peggiorare la legge; percio' credo che l'atteggiamento da tenere sia quello di prendere la finanziaria cosi' com'e'''. (segue)

(lio/zn/adnkronos)