POSTE: PER ORA SOLO ENTE ECONOMICO (2)
POSTE: PER ORA SOLO ENTE ECONOMICO (2)
I COSTI DELL'OPERAZIONE

(Adnkronos)- Il piano alla base della nascita del nuovo ente prevede il raggiungimento dell'equilibrio economico entro tre anni grazie ad una forte ristrutturazione aziendale che parla di incremento della produttivita' del 15 per cento, la difesa dei volumi di traffico elevando la qualita' del servizio ed attuando politiche commerciali aggressive.

A quanto si apprende il costo dell'operazione rimane invariato rispetto il precedente progetto: le cifre parlano di 980 mld nel 94; 186 nel 95 e 160 nel 96. Il 97 sara' cosi' l'anno del pareggio e della nascita della spa. Senza l'ente economico il bilancio delle poste avrebbe evidenziato un disavanzo crescente dell'ordine di 3.700 mld gia' nel 94.

Nei tre anni preventivati per arrivare al pareggio economico le poste, ente pubblico economico, ridurranno notevolmente il numero degli occupati raggiungendo a regime quota 200.000 unita'. La riduzione sara' attuata semplicemente attraverso il blocco parziale del turn over e senza ricorrere a mobilita' o prepensionamenti.

La decisione, che ricalca il modello tedesco, di ricorrere ad un periodo cuscinetto, dovrebbe consentire di evitare problemi di capitalizzazione e traumatici cambiamenti gestionali. Il tutto avendo, contemporaneamente, elasticita' e liberta' organizzative ed imprenditoriali. (segue)

(Sec/Bb/Adnkronos)