I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Varate dal consiglio d'amministrazione della Rai le nuove nomine. Nadio Delai e' il nuovo direttore di Raiuno, Giovanni Minoli di Raidue mentre Angelo Guglielmi viene confermato alla direzione di Raitre. Per quanto riguarda le testate giornalistiche, confermato Demetrio Volcic al Tg1, il cda ha nominato Paolo Garimberti alla direzione del Tg2 e Andrea Giubilo a quella del Tg3. Direttore del giornale radio unico e' stato nominato Livio Zanetti, mentre Aldo Grasso e' diventato direttore della programmazione radiofonica. E ancora: direttore della Testata giornalistica regionale (che avra' sede a Milano) e' Barbara Scaramucci, di quella sportiva Gianfranco De Laurentiis e del Televideo Marcello Del Bosco.

Roma. La dichiarazione congiunta di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria a favore dell'approvazione alla Camera della riforma della secondaria superiore e dell'elevazione dell'obbligo scolastico e' stata accolta con grande soddisfazione dal ministro della Pubblica istruzione, Rosa Russo Jervolino. Il ministro ha giudicato il fatto ''di grande importanza e significato'' perche' ''sta a dimostrare che le forze vive del Paese ritengono indispensabile che il sistema scolastico italiano compia un salto di qualita'. D'altronde - ha aggiunto - sarebbe fatto gravissimo ed irresponsabile bloccare, attraverso forme di ostruzionismo, una legge che si attende da decenni, che ha l'obiettivo di fornire ai giovani una formazione piu' moderna e a livello degli standard europei, che mette a disposizione della scuola 1.500 miliardi nel triennio ed apre concrete prospettive occupazionali per gli insegnanti''.

Milano. Riguadagna alcune posizioni la lira sui mercati valutari. La moneta italiana registra un leggero arretramento nei riguardi del dollaro, che dalle 1.606,88 lire di ieri passa oggi a 1.607,21. Ma migliora le sue quotazioni rispetto al marco tedesco (sceso da 971,81 a 963,96 anche a causa della riduzione di mezzo punto sul tasso di sconto deciso ieri dalla Bundesbank), alla sterlina inglese (da 2.394,25 a 2.380,28) e all'ecu (da 1.847,43 a 1.841,06). Sempre stabile, invece, il cambio con il franco francese: ieri valeva 275,60 oggi 275,70 lire. Quanto alla Borsa, Piazza Affari ha chiuso con un rialzo dell'indice mib dello 0,7 per cento. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)