I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. ''Finanziamenti ai partiti? E' possibile''. Piero Morelli, presidente dell'associazione panificatori di Roma, il giorno dopo l'avviso di garanzia al presidente della Confcommercio, Francesco Colucci, non ha risparmiato bordate contro il vertice dell'associazione dei commercianti. In una conferenza stampa, ha svelato alcuni ''retroscena'' della gestione Colucci, chiesto le sue dimissioni e puntato il dito contro Aldo Antoniozzi, definito il ''falco'' della situazione, reo di aver preso in mano le redini della gestione del patrimonio e di aver ''fatto fuori'' il segretario generale Pietro Alfonsi. A chi gli ha chiesto se e' lui ad aver presentato la denuncia, non ha risposto ne' si ne' no, ma si e' limitato a dire che ''da molti mesi certi fatti erano a conoscenza di diversi dirigenti della Confcommercio''. Intanto Francesco Colucci si e' detto pronto a fornire tutti i chiarimenti utili ''per definire nel piu' breve tempo la posizione rispetto alle accuse che sono state rivolte''.

Roma. Il presidente della giunta regionale del Lazio, Giorgio Pasetto, ha chiesto alla presidenza del Consiglio un contributo straordinario, in base al decreto legge sulle calamita' naturali, per i danni subiti durante le alluvioni che nei primi giorni di ottobre hanno colpito le province di Roma, Frosinone, Latina e Viterbo. Una situazione, ha ricordato, che si e' ''notevolemente aggravata'' dopo i violenti temporali di ieri in tutto il Lazio. Secondo le prime stime effettuate dagli assessorati competenti, i danni ammonterebbero almeno a 300 miliardi di lire.

Roma. Creare un fondo regionale gestito dai sindaci, evitare il pagamento dell'Ici per il '93 e il '94 ai residenti delle zone colpite dal maltempo, destinare alle regioni una parte del gettito fiscale di novembre. Sono le proposte avanzate dalla Lega Nord a sostegno delle zone colpite dalle alluvioni dei giorni scorsi. Secondo i rappresentanti del Carroccio, le Regioni interessate dovrebbero costituire un fondo ''da iscriversi in apposito capitolo del bilancio regionale'', che dovra' essere gestito da un comitato ristretto di sindaci. Inoltre, per rendere ''completa giustizia'' alle aree e ai cittadini colpiti dai pesanti nubifragi, la Lega Nord propone di destinare alle regioni stesse una parte del gettito fiscale di novembre, che dovra' essere utilizzato ''per la totale ricostruzione e il risarcimento dei danni''. Infine, niente Ici per tutti i cittadini che risiedono nelle aree colpite, sia per quest'anno che per il prossimo. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)