PASOLINI: LAURA BETTI - ESCLUDO POTESSE APPOGGIARE LA LEGA (2)
PASOLINI: LAURA BETTI - ESCLUDO POTESSE APPOGGIARE LA LEGA (2)

(Adnkronos) - Ancora piu' sferzante, sulla Lega, il poeta Giovanni Raboni socio del Fondo Pasolini, presente all'incontro per illustrare parte della manifestazione in memoria dello scomparso, che si svolgera' a Milano dal 26 ottobre al 22 novembre, il quale ha affermato: ''pensare ad un rapporto tra il pensiero di Pasolini ad un pensiero della Lega vorrebbe dire dare per scontata l'esistenza di un pensiero leghista, che invece escludiamo''.

Da rilevare che tutta questa polemica si e' svolta alla presenza dell'assessore alla Cultura del Comune, Philippe Daverio, 'esterno' al movimento, ma comunque esponente di punta della nuova Giunta leghista. Anche Daverio ha ammesso che stiamo assistendo ad un fenomeno 'strano' affermando che ''Pasolini, uomo di battaglia, uomo di opposizione e di contrasto, sembra oggi appartenere a tutti, nel senso che le piu' diverse esperienze o i piu' diversi orientamenti ideologici sembrano trovare un qualche elemento di riconoscimento e di identificazione nella sua opera o in momenti della sua vicenda esistenziale''.

''A volte tale processo -ha proseguito Daverio- ha riguardato proprio ambiti verso i quali l'atteggiamento pasoliniano era ostile, anche senza mezze misure. Lo ha sentito 'suo' una generazione, quella del '68, verso cui pure assunse posizioni di dura critica e vogliono appropriarsene oggi aree politiche dalle quali il suo pensiero era apparentemente lontanissimo''. Non c'e' stata, pertanto, polemica diretta tra Laura Betti e l'assessore Daverio, al quale del resto spetta l' aver accolto favorevolmente l'invito dell'Associazione Fondo Pasolini ad ambientare in diversi luoghi di Milano (teatri, sale comuinali e cinematografiche, universita', ecc.) l'iniziativa.

(Plu/Pan/Adnkronos)