MORO: CONSO, CI VUOLE SICUREZZA, ANCHE DOLOROSA
MORO: CONSO, CI VUOLE SICUREZZA, ANCHE DOLOROSA

Roma, 22 ott - (Adnkronos) - ''Le ultime rivelazioni sono conturbanti. Speriamo per altro che si riesca finalmente a conoscere tutta la verita', tutte le verita' in un'unica grande verita'. Si parla tanto di trasparenza per la nuova Repubblica: abbiamo bisogno di far luce sul passato. Quindi, se queste dichiarazioni troveranno riscontri e saranno tali da dare sicurezza, seppure una sicurezza dolorosa, faremo un passo avanti''. Cosi', il ministro della Giustizia Giovanni Conso, si e' espresso sulle ultime rivelazioni sul caso Moro, dopo essere stato interpellato dai giornalisti al margine della Conferenza ministeriale europea sulle pari opportunita' a Roma.

Circa il ruolo dei servizi, Conso ha rilevato che ''il bisogno di verita' e ricostruzione precisa dei fatti comportera' anche che la tematica del ruolo dei servizi venga chiarita per il passato e venga ricostruito tutto attentamente, per dare conforto e sicurezza e anche per favorire il futuro, che certo implica novita' grosse. Se il passato e' conosciuto meglio, pero', si puo' preparare il futuro''.

Interrogato sulla necessita' di rivedere le misure premiali, Conso ha risposto che queste valgono per tutti. Per quanto riguarda pentiti e dissociati ''e' una problematica che va rivista nel dettaglio e ricalibrata bene, alla luce di questa esperienze che stiamo facendo. Si tratta di fenomeni delicati e complessi. Ci dovra' essere una revisione della legislazione meditata e attenta''. (segue)

(Lar/Zn/Adnkronos)