RAI: PCR SU NOMINE E CASO LOCATELLI
RAI: PCR SU NOMINE E CASO LOCATELLI

Roma, 22 ott. (Adnkronos) - Rifondazione Comunista, intervenendo sulle nomine dei nuovi direttori di rete e testata che gli amministratori della Rai stanno per varare, torna a chiedere le immediate dimissioni del direttore generale dell'azienda di Viale Mazzini, Gianni Locatelli, di fronte al nuovo ''caso'' della tenuta in Toscana. Se cio' non avvenisse, il Parlamento dovra' ''chiedere un chiarimento''. ''Vorremmo sentire -ha dichiarato infatti il vice presidente del gruppo di Rifondazione Comunista a Montecitorio, Milziade Caprili- dai membri del consiglio di amministrazione, accanto ai nomi del prossimo direttore del Tg3, di Raitre e dei dirigenti di tutte le altre reti televisive e radiofoniche, quello di Gianni Locatelli''.

''Sentire -ha sottolineato l'esponente di Rifondazione Comunista- quali misure il consiglio di amministrazione ha deciso di adottare nei confronti del direttore generale dopo le notizie, pubblicate oggi da alcuni quotidiani, su presunte bugie circa la tenuta in Toscana. A meno che -ha aggiunto Caprili- non decida lui stesso questa mattina di presentarsi dimissionario. Qualora cio' non avvenisse, crediamo ci siano tutte le ragioni formali e sostanziali da parte del Parlamento di chiedere un chiarimento''.

(Red/Zn/Adnkronos)