ACNA DI CENGIO: SCONTRO SINDACATO-VERDI SU BOZZA ACCORDO
ACNA DI CENGIO: SCONTRO SINDACATO-VERDI SU BOZZA ACCORDO

Roma, 28 ott.(Adnkronos)- Reazioni contrastanti alla decisione della Commissione tecnica della presidenza del Consiglio di evitare la chiusura dell'Acna di Cengio, creando un ''presidio tecnologico''. Soddisfatti i sindacati che esprimono un giudizio positivo sull'intesa che garantisce l'occupazione per 400 addetti nell'attivita' produttiva e per altri 165 lavoratori nel Polo tecnologico ambientale. ''Un progetto ponderato e un'opportuna soluzione tecnica'' l'ha definita il segretario nazionale Uilcid-Uil Andrea Biggi.

Piu' variegata la posizione degli ambientalisti. Mentre la Legambiente vede con favore il presidio tecnologico, ma critica la decisione di proseguire la costruzione dell'inceneritore Resol, il Wwf definisce ''ipocrita'' la bozza di accordo. ''Parlare di polo tecnologico e' profondamente ipocrita'', dice la presidente del Wwf Grazia Francescato. ''Indica la volonta' di costituire un centro di smaltimento dei rifiuti per il Nord Italia, creando cosi' i presupposti per il mantenimento della produzione dell'Acna''.

Per Legambiente, invece, nell'accordo rimangono ''punti di non chiarezza'' e il rischio e' che con il Resol ''si tenti di realizzare nell'area un polo di smaltimento dei rifiuti tossici e nocivi provenienti anche da altre zone''. Per questi motivi l'associazione chiede all'autorita' politica che dovra' vagliare la bozza di accordo ''di chiarire preliminarmente tutte le zone d'ombra''.

(Ata/As/Adnkronos)