CRISI (2)
CRISI (2)

(Adnkronos) - ''Vogliamo sconfiggere la logica dei padroni e dei padrini -ha detto ancora il leader della Cgil- conquistando una politica per il lavoro non solo per la terribile emergenza occupazione ma per creare un futuro fatto di lavoro e sviluppo per il paese''. Trentin che aveva sfilato da piazza Mancini a piazza Matteotti in mezzo agli striscioni del lavoratori delle fabbriche dell'area partenopea, Italsider di Bagnoli, Acciaierie del Sud, Mecfond, Alenia, Alfa e Fiat e Icmi, si e' soffermato anche sulla situazione di forte crisi della zona.

''Occore un'autorita' di crisi per Napoli -ha detto Trentin- che costruisca prospettive per la situazione produttiva dell'area e che definisca anche un piano di risanamento urbano''. Per Trentin il caso di Napoli ''deve essere oggetto di uno specifico confronto con il governo centrale'' in direzione del prolungamento degli strumenti di sostegno al reddito e dell'apertura rapida di prospettive di lavoro per le migliaia di disoccupati, di cassintegrati e per i giovani in cerca di prima occupazione.

Lungo il corteo i lavoratori della centrale del latte di Napoli, che da pochi giorni hanno ripreso la produzione, si sono fatti notare distribuendo gratuitamente cartoni di latte ai manifestanti. Una delle buste e' arrivata, durante il comizio, a pochi centimetri da Trentin che, respingendo la provocazione, ha colto l'occasione per accennare alle imminenti elezioni amministrative e polemizzare con quanti ''vogliono zittirci per portare avanti la loro campagna elettorale''.

(Vap/Pe/Adnkronos)