MEDIOBANCA: AUMENTO CAPITALE PER ADEGUARSI DIRETTIVA CEE
MEDIOBANCA: AUMENTO CAPITALE PER ADEGUARSI DIRETTIVA CEE

Milano, 28 ott.(Adnkronos)- Nessun consorzio di garanzia per l'aumento di capitale di Mediobanca, ma l'impegno degli azionisti che aderiscono al patto di sindacato e rappresentano il 50 p.c. del capitale a sottoscrivere le nuove azioni di propria competenza. L'aumento di capitale approvato oggi all'assemblea di Mediobanca servira' ad incrementare del 36 p.c. i parametri per la concessione di fidi in base alla direttiva comunitaria e ripristinare ''un margine di investimenti di circa 1.600 miliardi, assicurando all'Istituto i mezzi per poter mantenere il suo tradizionale ruolo nell'ambito dei collocamenti di valori mobiliari''. Vincenzo Maranghi, amministratore delegato di Mediobanca, risponde cosi', nel corso dell'Assemblea, alle richieste della Consob di chiarimenti in merito all'aumento di capitale.

Le motivazioni dell'operazione risiedono nel recepimento della direttiva CEE in materia di grandi fidi che introduce ''nuovi e piu' restrittivi vincoli in tema di concentrazione del rischio''. Il limite individuale che oggi e' riferito agli affidamenti per cassa di firma, viene esteso a tutte le forme di rischio, inclusi gli investimenti in titoli azionari ed obbligazionari. (segue)

(Kat/Lr/Adnkronos)