PENSIONI: COSTA - ELIMINARE DISPARITA' TRA PUBBLICO E PRIVATO
PENSIONI: COSTA - ELIMINARE DISPARITA' TRA PUBBLICO E PRIVATO

Roma, 28 ott. (Adnkronos) - Nessuno mette in dubbio che i sacrifici per uscire dalla crisi debbano ricadere su tutti, ma appunto per questo occorre sanare al piu' presto la grave disparita' di trattamento tra lavoratori pubblici e privati. E', in sintesi, quanto Raffaele Costa, segretario generale del Pli e ministro dei Trasporti, replica ad Andrea Monorchio, ragioniere generale dello Stato, che stamane al Cnel, in occasione della presentazione del Conto nazionale dei Trasporti, aveva parlato dei tagli alla spesa previdenziale come ''percorso obbligato se si vogliono correggere i conti pubblici''.

La disparita' di cui parla Costa e' quella che fino ad oggi ha consentito di decurtare di circa la meta' la liquidazione di oltre 4 milioni di lavoratori pubblici. Sull'obbligo di calcolare la contingenza nella liquidazione dei pensionati pubblici (che comporterebbe per lo Stato una spesa non inferiore ai 10 mila miliardi di lire), ricorda il segretario liberale, e' intervenuta recentemente la Corte Costituzionale, ma ancora nulla e' stato fatto.

''Di tale stanziamento, infatti -conclude Costa- non vi e' traccia nel disegno di legge finanziaria dell'anno venturo, mentre vi risulta una previsione di appena 50 miliardi, chiaramente inadeguata''.

(Stg/Gs/Adnkronos)