SCIOPERO GENERALE: 50MILA IN PIAZZA DUOMO A MILANO
SCIOPERO GENERALE: 50MILA IN PIAZZA DUOMO A MILANO

Milano, 28 ott. (Adnkronos) - ''Questo sciopero e' contro la politica del Governo che rischia di essere ricordato per la riduzione dei posti di lavoro. Non e' uno sciopero confuso: abbiamo sostenitori insospettabili come Jaques Delors che ha lanciato un grido d'allarme sull'occupazione in Europa''. Ad affermarlo e' Angelo Airoldi, segretario confederale della Cgil che oggi ha parlato ai 50mila manifestanti dal palco allestito in Piazza Duomo. Una manifestazione, quella milanese, meno nutrita del solito quanto a presenze, ma non per questo meno combattiva, soprattutto sul fronte occupazionale.

Ad aprire uno dei due cortei, infatti, c'erano delegazioni delle fabbrica a rischio, prima di tutte la 'storica' Gilera di Arcore che sta per chiudere e la Simmenthal di Monza che sta per essere smantellata, in quanto la multinazionale Kraft intende tenere in vita solo lo stabilimento di Aprilia. Seguivano delegazioni di altri pilastri del milanese oggi con lo spauracchio del futuro come Magneti Marelli, Siemens, Alfa Lancia di Arese. Di spicco la presenza, nel secondo corteo, di migliaia di studenti delle scuole medie superiori che poi si sono staccati ed hanno raggiunto la sede del Provvedittorato; al centro delle loro proteste, infatti, erano questioni diverse da quelle sindacali, in primo luogo il ritiro del cosiddetto 'decreto tagliaclassi''. (segue)

(Plu/Zn/Adnkronos)