SCIOPERO GENERALE: D'ANTONI A BOLOGNA
SCIOPERO GENERALE: D'ANTONI A BOLOGNA

Bologna, 28 ott. (Adnkronos) - Di fronte a ventimila persone che gremivano piazza Maggiore, tra fischi ininterrotti di un gruppuscolo di Rifondazione comunista e qualche appluso, il segretario generale della Cisl Sergio d'Antoni ha rilanciato oggi gli obiettivi dello sciopero generale da raggiungere quanto prima: lavoro e occupazione, tutela delle fasce sociali deboli, equita' fiscale e diritti di contrattazione di pubblici e privati.

Il numero uno della Cisl ha attaccato il governo Ciampi e la Confindustria. Il primo colpevole di''non aver dato seguito all'accordo di luglio''. D'Antoni ha rimproverato a Ciampi quindi di ''non aver avviato una vera politica industriale che garantisca lavoro e occupazione. La finanziaria non puo' tagliare fondi per ricerche e sviluppo, e dopo la nostra mobilitazione si sono subito trovati 800 miliardi. Bisogna continuare su questa strada''. Cosi' come per D'Antoni bisogna rilanciare le opere pubbliche ''approfittando dei costi minori anche del 40-50 per cento dopo lo scoppio di tangentopoli''. E, se cio' non bastasse, per rilanciare l'occupazione -ha continuato D'Antoni- ''bisognera' pensare alla riduzione dell'orario di lavoro per arrivare alle 40 ore settimanali''. (segue)

(Dac/Pe/Adnkronos)