SCIOPERO GENERALE: TRENTIN A NAPOLI SERVE UN'AUTORITA' DI CRISI
SCIOPERO GENERALE: TRENTIN A NAPOLI SERVE UN'AUTORITA' DI CRISI

Roma, 28 ott. (Adnkronos) - Tutto puntato sull'unita' dei lavoratori, contro chi vuole dividerli politicamente e geograficamente, il discorso del segretario generale della Cgil, Bruno Trentin, ha tenuto stamani a Napoli, davanti a circa 50 mila manifestanti (40 mila per la Digos, oltre 20 mila per la questura).

Un comizio iniziato fra qualche contestazione da parte del gruppo, circa 150 persone, dei 'disoccupati storici' della citta' che ha tentato di bersagliare il leader della Cgil con fischi e lancio di uova e monetine. Ma Trentin non ha ceduto alla provocazione proseguendo il comizio fra gli applausi soprattutto quando ha ricordato la tradizione operaia della citta'.

''Questo sciopero nazionale che intende imporre il rispetto degli impegni assunti per il mezzogiorno e con l'accordo di luglio -ha detto Trentin- vede in tutt'Italia i lavoratori mobilitati ed uniti, quei lavoratori che rifiutano divisioni e spaccature per ritrovare la forza e imporre una svolta nella politica economica del governo). (segue)

(Vap/Pe/Adnkronos)