FISCO: GALLO - L'AMMINISTRAZIONE RICONQUISTI IL TERRITORIO (2)
FISCO: GALLO - L'AMMINISTRAZIONE RICONQUISTI IL TERRITORIO (2)

(Adnkronos) - Un tasto quello degli incentivi che subito piace ai funzionari, che pero' chiedono al ministro coerenza e programmi chiari: ''la periferia e' pronta -afferma Sirignano- ma occorre una programmazione vera: oltre agli accertamenti da fare occorre prevedere anche i mezzi con cui farli e i budget da assegnare agli uffici. E farlo all'inizio dell'anno''. ''Il centro di servizio di Roma -gli fa eco il direttore Marchetti- ha un arretrato di anni. tra condoni e personale, che manca, ci vorranno anni per metterci in regola''. E se il personale che deve fare il rimborso esce per le verifiche chi fa il lavoro di routine? Chiede un funzionario da 40 anni nell'amministrazione tra gli applausi dei colleghi.

E che la situazione sia drammatica e' confermato dai dati: ''attualmente -afferma il direttore del personale Michele Del Giudice- solo il 30 per cento del personale viene impiegato nelle verifiche esterne. Il nostro obiettivo -aggiunge e' quello di arrivare almeno al 50 per cento''. Un obiettivo difficile da immaginare soprattutto in quelle regioni del nord dove manca circa la meta' del personale previsto. ''Il 55 per cento dei dipendenti -rincara il segretario generale Gianni Billia- e' di qualifica inferiore alla quinta. Si tratta -aggiunge- di livelli che non si riscontrano nemmeno nelle aziende meccaniche. Un fatto francamente incomprensibile per una amministrazione che dovrebbe invece avere un personale di qualita' e altamente specializzato''. E per completare il quadro, come rileva il direttore della regione lazio Mario Mancini, ''vi sono zone dell'amministrazione dove l'informatica non e' arrivata ancora per niente o casi in cui abbiamo un computer ogni 9 persone. Basti pensare che quest'anno abbiamo fatto solo 10 controlli bancari. Quando parliamo con i nostri colleghi francesi e spieghiamo come facciamo le verifiche si mettono a ridere''.

Dalla periferia insomma arriva un messaggio al ministro altrettanto chiaro: ''se l'amministrazione vuole essere credibile con i contribuenti -ha sintetizzato Sirignano- deve cominciare ad esserlo prima di tutto con i propri dipendenti''.

(Ric/Zn/Adnkronos)