EBREI: SPADOLINI A CONVEGNO SU INTEGRAZIONE
EBREI: SPADOLINI A CONVEGNO SU INTEGRAZIONE

Roma, 15 nov. (Adnkronos) - Il presidente del Senato, Giovanni Spadolini, e' intervenuto oggi a Roma al convegno organizzato dal Goethe Institut su ''Integrazione e identita'. L'esperienza ebraica in Germania e Italia dall'illuminismo al fascismo'', con la relazione finale di George Mosse e con la partecipazione dei maggiori storici italiani e tedeschi.

''Neppure il fascismo -ha affermato Spadolini- nonostante le leggi razziali del 1938, riusci' a condizionare il sentimento degli italiani: un sentimento e una cultura cui l'antisemitismo e' sempre rimasto estraneo, anche durante la seconda guerra mondiale. Un'estrneita' che i padri fondatori della nostra Repubblica vollero nona caso riaffermare nell'Assemblea costituente, quando era ancora vivo, von tutta la propria drammaticita', il ricordo della tragedia dell'olocausto e quando doveva essere completato il riscatto della nuova democrazia dall'infamia delle leggi del '38''.

''Il movimento democratico italiano -ha proseguito il presidente del Senato- fra primo e secondo Risorgimento, e' stato sempre dalla parte degli ebrei. Per i democristiani integrali, sionismo e' sempre stato sinonimo di patriottismo e di fedelta' al principio di nazionalita'. E non a caso in Italia la nascita dello stato unitario e l'identita' nazionale degli ebrei costituiscono un tutt'uno''.

''Difesa della propria identita', ma all'interno di una casa comune che non discrimini nessun cittadino per la sua fede religiosa: ecco la linea direttrice che unisce gli ebrei italiani alla prospettiva irrinunciabile della laicita' dello stato democratico''.

(Red/Pe/Adnkronos)