I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Milano. La condanna a sei anni subita per il crack dell'Ambrosiano e' stata ''una vendetta'' da parte del vecchio regime. Lo afferma Carlo De Benedetti in un'intervista al ''Financial Times'', annunciando che dimostrera' la sua innocenza con ''esplosive prove'' che saranno presentate al processo contro la P2. A giorni, intanto, l'ispettore ministeriale Ugo Dinacci depositera' l'esito della sua indagine sul caso De Benedetti-Banco Ambrosiano.

Roma. ''Moro poteva essere salvato se le Brigate Rosse avessero capito che erano a un passo dalla vittoria''. Il giorno stesso in cui lo statista democristiano veniva ucciso, sarebbe stato convocato il Consiglio nazionale dello scudo crociato che quasi certamente avrebbe abbandonato la linea della fermezza per scegliere quella della trattativa con i terroristi. Lo rivela Francesco Cossiga, ministro dell'Interno all'epoca del sequestro di via Fani, in una lunga conversazione con Bruno Vespa, che l'ex direttore del Tg1 racconta nel suo libro ''Telecamera con vista'' in libreria da domani. Di fronte a questa ipotesi, l'ex presidente della Repubblica avrebbe rassegnato le dimissioni.

Milano. La procura della Repubblica presso la pretura ha avviato una nuova inchiesta per riscontrare un'ipotesi di aggiotaggio che sarebbe stato effettuato in seguito ad alcune operazioni sui titoli Ferruzzi. Sulle indagini, al momento, vige il massimo riserbo. Il nuovo filone e' stato affidato al sostituto procuratore Stefano Aprile. Tra le carte inviate alla procura presso la pretura vi sarebbero anche alcuni documenti riferiti all'ex amministratore delegato di Montedison, Carlo Sama.

Roma . Ancora polemiche in seno alla magistratura. ''Il trasformismo -dichiara oggi il segretario dell'Associazione nazionale magistrati parlando del congresso di Chianciano- e' una malattia diffusa, non soltanto in politica ma in ogni ceto professionale. Non basta mettersi un abito nuovo ed imitare Bossi per rinnovare''. Intanto, l'assemblea generale dell'Anm invita tutti i magistrati ad usare ''equilibrio e misura nei rapporti con i mezzi d'informazione''. Intanto un messaggio di distensione viene dal pretore di Empoli Domenico Ammirati, fra i promotori dell'assemblea di Chianciano, per il quale non c'e' nessuna scissione in vista nell'Anm.

Roma. ''A seguito di visita sanitaria del 26 marzo del 1992, l'INPS ha constatato che erano venuti meno i requisiti per l'ulteriore corresponsione dell'assegno''. Lo precisa, in una nota di oggi, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale a proposito delle notizie apparse sulla stampa sull'operaio Bonaventura Forma, di Nuoro, che si e' suicidato perche' gli era stato tolto l'assegno temporaneo di invalidita'.

Roma. La Segreteria della CISL di Trapani, in relazione all'uccisione del Consigliere Comunale della Dc di Salemi, Enzo Pierucci, precisa che ''non era responsabile della CISL del Comune di Salemi''. (segue)

(Dis/Pe/Adnkronos)