SCIENZA: UNA ''CINETECA'' EUROPEA PER LE IMMAGINI SCIENTIFICHE
SCIENZA: UNA ''CINETECA'' EUROPEA PER LE IMMAGINI SCIENTIFICHE

Roma, 27 nov. (Adnkronos) - Un archivio europeo delle fonti delle immagini scientifiche per creare una sorta di grande ''cineteca'' di facile accesso e consultazione. E' solo una delle affascinanti proposte per ''comunicare la scienza'' emerse dall'omonimo convegno organizzato ieri dal Musis (il museo della scienza e dell'informazione scientifica) all'universita' della Sapienza. Fra le altre idee quella di creare un coordinamento dello scambio di materiale scientifico fra i diversi giornali e media europei. E ancora, la necessita' di una serie di passaggi nella comunicazione scientifica: dall'autore del risultato o della scoperta questa deve passare attraverso l'accettazione della notizia delle riviste specializzate da parte dei colleghi, in un primo momento, e solo allora, una volta ''validata'' dalla comunita' scientifica, puo' essere divulgata al pubblico.

Le proposte per facilitare il rapporto fra scienza e opinione pubblica in Europa sono state illustrate e discusse da personaggi di spicco del mondo scientifico europeo, anche alla luce di quanto emerso nel convegno che si e' svolto a Lisbona nei giorni scorsi nell'ambito della ''Settimana europea della cultura scientifica'', dall'Istituto di studi sul futuro portoghese, dal Musis, il polo museale italiano, dal Palais de la decouverte e dal museo de La Vilette francesi.

Dal dibattito e' emerso in particolare che scienziati e opinione pubblica sono soggetti reciprocamente poco conosciuti. Perche', come e' stato sottolineato in piu' interventi, cosi' come spesso si lamenta una scarsa conoscenza della scienza da parte dell'opinione pubblica, e' vero anche il viceversa: una scarsa conoscenza dell'opinione pubblica da parte degli scienziati. (segue)

(Ccr-Sip/Zn/Adnkronos)