CUSTODIA CAUTELARE: IL NODO E' IL PM, DICONO GLI AVVOCATI (3)
CUSTODIA CAUTELARE: IL NODO E' IL PM, DICONO GLI AVVOCATI (3)

(Adnkronos) - Tutto da rinviare percio' all'esame delle nuove Camere: ''il prossimo Parlamento, formato da onorevoli di nome e di fatto -prosegue Della Valle- dovra' risolvere il problema dell'attuale strapotere dei pubblici ministeri, ristabilendo i giusti confini tra giustizia amministrativa e giustizia penale. Oggi siamo arrivati ad una Repubblica fondata sulle Procure. E' necessaria, inoltre, una riforma della custodia cautelare, perche' si ritorni allo spirito del codice di procedura penale che la prevede soltanto in casi eccezionalissimi''.

Quanto alle questioni legate alla liberta' di stampa ''i giornalisti debbono parlare delle indagini, e' chiaro che la notizia di un ordine di custodia cautelare va data. Purtroppo, pero', e' innegabile che oggi l'avviso di garanzia si sia trasformato in una sentenza anticipata, in un linciaggio''.

Infine la necessita' di accelerare i processi: ''Occorre potenziare le strutture, studiare forme alternative per chi collabora. Anche perche', come dimostra il dibattimento Cusani, i processi di 'Mani pulite' sono talmente complessi che -conclude Della Valle- se non si interviene si rischia di paralizzare gli altri procedimenti''.

(Sam/Gs/Adnkronos)