NESSUN IMBARAZZO PER 'CORSA' NEL PATTO, SELEZIONEREMO
NESSUN IMBARAZZO PER 'CORSA' NEL PATTO, SELEZIONEREMO

(Adnkronos) - Mariotto Segni non si limita a presentare il programma di Governo. C'e' anche il decalogo per essere candidati al prossimo Parlamento dal cartello dei laici e cattolici che si riconoscono nel 'manifesto' degli intellettuali e nel 'patto di rinascita nazionale' che sostiene Segni. ''L'Alleanza elettorale che ci prepariamo a costruire -spiega il candidato primo ministro e' autonoma dai partiti. Ci dovranno essere simboli nuovi a sostenere le persone indicate. La scelta dei candidati dovra' venire dal basso e nella maggior parte fra esponenti della societa' civile, attraverso primarie a livello locale dove possibile. La scelta avverra' fra gli aderenti al 'Patto' o ad altre iniziative collegate''.

Ma c'e' di piu'. ''Un comitato di garanti, come avvenne per il patto referendario, vigilera' sulla moralita' dei candidati ed avra' anche compiti di certificazione patrimoniale...''. Prego? ''Va escluso chiunque -ripete e sottolinea Segni- si sia arricchito con la politica. Se gia' anni fa fosse stato fatto un accertamento patrimoniale su candidati e politici si sarebbe saputo da un pezzo il nome dei responsabili di Tangentopoli. Puo' non essere facile. Ma giornalisti e politici sapevano da tempo come ville al mare e yacht erano stati acquistati''. (segue)

(Tor/Zn/Adnkronos)