PSI: CI SONO GLI 'INQUISITI', SALTA LA DIREZIONE (3)
PSI: CI SONO GLI 'INQUISITI', SALTA LA DIREZIONE (3)

(Adnkronos) - Sulla linea di Del Turco, anche Lelio Lagorio. ''Il Psi ha due problemi: Tangentopoli e linea politica. Quello di Tangentopoli non sarebbe dovuto riaffiorare in Direzione, avremmo dovuto discutere di politica. Invece, una serie di presenze hanno costretto Del Turco a non tenere la riunione. Eppure, a quanto mi hanno detto, anche Craxi ieri sera si era schierato per una linea di moderazione nella vita interna di partito, non aveva posto il problema del segretario, aveva riconosciuto che il 'centro' non esiste e che il Psi deve votare con la sinistra ai ballottaggi. Il partito avrebbe dovuto restare unito, ma nella notte qualcosa deve essere cambiato...''.

E' critico invece Francesco Tempestini, venuto in Direzione per sostenere una tesi opposta a quella dell'odg preparato da Sacconi. ''Avrei chiesto al partito di assumere una linea molto netta a favore della sinistra. Il Psi ha ora un problema di scelte politiche che prevale su tutto il resto -dice- anche sulle vicende degli inquisiti che pure sono di grande rilievo. Non e' piu' tempo di ambiguita'. La scelta per lo schieramento progressista va fatta al piu' presto. Gia' oggi, con altri compagni, decideremo il da farsi...''.

(Pnz/Gs/Adnkronos)