PSI: SACCONI GUIDA IL 'DISSENSO', NIENTE RESA AL PDS
PSI: SACCONI GUIDA IL 'DISSENSO', NIENTE RESA AL PDS
GLI INQUISITI? ARGOMENTO STRUMENTALE, ERANO POCHI -

Roma, 2 Dic. (Adnkronos)- E' Maurizio Sacconi, a guidare la protesta dei dirigenti del Psi che non ci stanno alla cancellazione della direzione, con la ''scusa'' degli inquisiti. E che dicono 'no' alla ''resa'' al Pds. Immediata la contro-conferenza stampa. Sacconi illustra il documento che avrebbe voluto presentare alla direzione. Chiede che il Psi aderisca subito ad un raggruppamento di 'centro- sinistra', di sensibilita' ''liberale e sociale'', che abbia come impegni prioritari ''la difesa dello stato di diritto e la cultura dello sviluppo e del lavoro''. Ma soprattutto bolla lo schieramento guidato dal Pds come ''illiberale e massimalista'' e chiede al Psi di scegliere la strada della ''netta pregiudiziale'' tanto verso le Botteghe Oscure, quanto contro la ''destra autoritaria''.

L'obiettivo: offrire una nuova opzione a chi non e' ''ne' ex comunista, ne' ex fascista, ne' separatista''. Al Psi, il documento indica la via del ''decentramento istituzionale'', riconoscendo ''significativi livelli di autonomia'' alle strutture periferiche. Proposte che la Direzione non ha potuto discutere (e votare), per il 'caso' inquisiti. Ma i dissenzienti insistono e incoraggiano Giuliano Amato ad procedere sulla strada della coalizione liberaldemocratica, in attesa del confronto in Assemblea Nazionale.

''Ci sono due pericoli: la sinistra massimalista e illiberale, e la destra separatista e autoritaria. Il Psi deve concorrere a dar vita all'aggregazione di centro-sinistra cui sta lavorando Amato con esponenti laici, del mondo cattolico, della sinistra riformista'', e' l'esordio di Sacconi. ''Per noi, c'e' una discriminante netta verso il Pds''. I 'dissenzienti' non avrebbero chiesto le dimissioni di Del Turco, afferma ancora, ''Solo una scelta politica avrebbe potuto dar luogo a cambiamenti al vertice del partito. Anzi -aggiunge Sacconi- speravamo che Del Turco aderisse ad un'opzione politica che non ha mai dichiarato di negare. Certo, ci saremmo opposti all'altra strada, quella che porta diritti alla resa al Pds''. (segue)

(Pnz/Bb/Adnkronos)