RAI: DEMATTE' SCRIVE A RADI - CDA LEGITTIMATO (2)
RAI: DEMATTE' SCRIVE A RADI - CDA LEGITTIMATO (2)

(Adnkronos) - Dematte' rileva che, in seguito all'entrata in vigore della legge 206 del 1993, ''che ha introdotto radicali modifiche circa la titolarita' del potere di nomina del consiglio di amministrazione della Rai, la sua composizione, la sua durata, le sue competenze e funzioni, la sopra richiamata norma del 1975 deve intendersi implicitamente abrogata ai sensi dell'articolo 15 delle disposizioni preliminari del codice civile''.

''Peraltro - prosegue Dematte' nella lettera a Radi - sotto certi profili, mediante l'intero assetto della legge n. 206, e' come se il legislatore avesse gia' dato in concreto attuazione al contenuto sostanziale della vecchia disposizione'', e cioe' l'articolo 12 della legge 103, ''facendo nominare dai Presidenti di Camera e Senato un ristretto organo di amministrazione, controllo e vigilanza a cui e' stata attribuito un ruolo suppletivo di quello del collegio commissariale di cui alla norma abrogata''.

La lettera del presidente della Rai conclude con ''l'auspicio'' del consiglio di amministrazione affinche' ''il Parlamento appoggi l'azione dell'esecutivo per la soluzione dei problemi economico finanziari dell'azienda a garanzia anche del ruolo e dell'indipendenza del servizio pubblico''.

(Val/Zn/Adnkronos)