SEGNI: SONO IL CANDIDATO DEL CENTRO, ORA TOCCA ALLA SINISTRA (2)
SEGNI: SONO IL CANDIDATO DEL CENTRO, ORA TOCCA ALLA SINISTRA (2)
IL PROGRAMMA DI GOVERNO DI LAICI E CATTOLICI DEMOCRATICI

(Adnkronos)- Il programma del 'Governo Segni' e' per ora composto da quattro linee guida contenute in una decina di cartelle scritte a mano dal leader referendario. Primo. ''Una concezione liberal-democratica dello Stato''. Ovvero: ''elezione diretta del primo ministro a completamento delle riforme volute dai referendum, ampio decentramento politico e amministrativo in favore delle autonomie locali a partire da comuni e province, ricostruzione della pubblica amministrazione secondo un criterio che premi l'impegno ed il merito e metta fine a clientelismo e posto fisso''.

Secondo. ''Scelta ben chiara contro statalismo economico''. Ovvero, ''Ampia liberalizzazione dell'economia'' perche' ''siamo l'ultimo Paese occidentale a socialismo reale''. Terzo. ''Solidarieta' sociale''. Ovvero, ''assistenza per chi ne ha veramente bisogno, soprattutto in materia di occupazione, sempre considerando primario il criterio dell'efficienza''. Quarto. ''Investimenti sull' Italia del futuro''. Ovvero, ''investimenti soprattutto sullo straordinario capitale delle risorse umane del nostro Paese, a partire da scuole, universita' e ricerca scientifica''.

Lo stile e i contenuti non si allontano troppo dai programmi e gli annunci di Silvio Berlusconi. ''Il nostro progetto -si irrita Segni- e' il nostro. Quelli di altri sono di altri''. (segue)

(Tor/Pe/Adnkronos)