TREDICESIME RAI: BORDINI (FILIS CGIL) E DI COLA (UILSIC UIL)
TREDICESIME RAI: BORDINI (FILIS CGIL) E DI COLA (UILSIC UIL)

Roma, 2 dic. -(Adnkronos) - ''Se sara' confermata la notizia che la Rai non paghera' le tredicesime, risultera' confermato che le banche hanno risposto in modo conseguente alla decisione di Claudio Dematte' di convocare l'assemblea dei soci ai sensi dell'art. 2447 del codice civile''. Lo hanno detto Massimo Bordini, segretario generale della Filis Cgil, e Bruno Di Cola, segretario generale Uilsic Uil.

In un comunicato congiunto, i due sindacalisti spiegano che ''una societa' virtualmente posta in liquidazione non riceve piu' crediti dal sistema bancario. Il presidente della Rai lo sapeva. Ha decisio di portare alle estreme conseguenze la strategia per spingere sul governo al fine di avere una ricapitalizzazione''.

Bordini e Di Cola sottolineano che ''il governo potrebbe anche intervenire con finanziamenti in conto esercizio per ridurre le perdite del '93, ma questa misura non farebbe che rinviare, aggravandole, le necessarie misure strutturali che dovranno essere prese. E' comprensibile che la Rai non abbia decisio di ridurre le spese per la produzione, spese che in gran parte riguardano acquisti esterni mentre il personale e' sottolutilizzato e inerte, ma non e' accettabile che si continui cosi'''. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)