I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Mogadiscio. Una crocerossina italiana, Maria Cristina Luimestri, e' stata uccisa in Somalia da un colpo d'arma da fuoco. Secondo le prime notizie, la donna avrebbe tentato di opporsi ad un tentativo di rapina o di sequestro mentre prestava servizio in un ambulatorio. Arrestato l'assassino: si tratta di un bandito somalo, non ancora identificato, che subito dopo l'omicidio e' stato inseguito e ferito gravemente dai militari italiani della brigata Folgore in servizio di vigilanza presso l'ambasciata italiana della capitale somala. L'ambasciata e' situata a breve distanza dal poliambulatorio dove Maria Cristina Luimestri prestava servizio.La vittima aveva 24 anni ed era originaria di Varese. Era alla sua prima missione. Si trovava in Somalia dal 15 novembre e sarebbe dovuta ritornare in Italia tra pochi giorni. Maria Cristina Luimestri e' la prima volontaria della croce rossa uccisa dai tempi della seconda Guerra Mondiale. L'ultima vittima tra le infermiere risale al 1944.

Sarajevo. Bombe serbe hanno colpito in nottata vari quartieri della capitale della Bosnia. Gli assedianti hanno cannoneggiato l'aeroporto di Butmir ed alcuni quartieri, contro i quali sono entrati in azione i cannoni di mezzi corazzati: due le vittime tra la popolazione civile, tre i feriti. Sono stati colpiti anche i quartieri periferici della capitale. Una granata e' esplosa nelle immediate vicinanze dell'ospedale centrale. La popolazione viene chiamata ad osservare la massima prudenza e ad evitare di uscire di casa se non per assoluta necessita'.

Algeri. Ancora sangue in Algeria: otto poliziotti e due civili sono rimasti uccisi in una sparatoria, probabilmente provocata da fondamentalisti islamici, scoppiata davanti ad un negozio di alimentari nella cittadina di Sidi Moussa, a venti chilometri dalla capitale. Gli agenti erano intervenuti per sedare una discussione fra i clienti del negozio, quando alcuni sconosciuti fra la folla che si trovava in strada hanno cominciato a sparare. Si ignora se i due civili uccisi siano estremisti o semplici passanti.

Gerusalemme. Ancora un morto nella Cisgiordania occupata. Un palestinese di 55 anni e' stato ucciso da alcuni coloni ebrei nel villaggio di Turmus Ayya mentre stava lavorando nei campi. Oggi, intanto, e' stata proclamata una giornata di sciopero dai palestinesi dei Territori occupati. Lo sciopero generale e' stato indetto in occasione del sesto anniversario dell'Intifada.

Parigi. Due persone hanno perso la vita e altre 24 sono state ricoverate con un principi di asfissia oggi a causa di un incendio scoppiato in un ospedale del quartiere Crosne, nel sud di Parigi. Si tratta del secondo incendio nella capitale francese in meno di 24 ore: ieri cinque bambini e una donna erano rimasti uccisi e altre nove persone ferite nell'incendio di un edificio di 12 piani.

Bruxelles. ''Il progetto di costituzione russa sara' approvato dagli elettori nel referendum di domenica prossima''. Lo ha detto il presidente russo Boris Eltsin, in visita a Bruxelles per un vertice con in capi di governo dell'Unione europea. Eltsin si e' detto molto fiducioso sull'esito del referendum che riveste un'importanza cruciale per il futuro del suo Paese. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)