I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Milano. Riflettori puntati sulla Lega. Cos'ha raccontato ai giudici Sandro Patelli, l'ex tesoriere nazionale del 'Carroccio' arrestato martedi' sera e rilasciato dopo 24 ore agli arresti domiciliari? Per ora, negli ambienti giudiziari, non circolano che ipotesi. Quella piu' accreditata e' che l'uomo di Bossi abbia in qualche modo collegato il contributo di 200 milioni ricevuto nel marzo del '92 da Carlo Sama ad una delle societa' d'affari che ruotano attorno alla Lega. A palazzo di Giustizia, intanto, si costituiscono uno dopo l'altro Lino Cardarelli, il numero della finanza Montedison all'epoca di Schimberni, e Bruno Pellegrino, l'ex senatore socialista il quale, secondo gli inquirenti, avrebbe ricevuto un contributo da Carlo Sama per le elezioni del '92. L'ex segretario del Psi, Craxi, invece, sara' ascoltato come testimone nel processo Cusani il 21 dicembre prossimo.

Milano. Il procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Saverio Borrelli ha fatto accenno oggi al discorso del presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, a proposito della carcerazione preventiva. ''E' vero -ha detto Borrelli- che la carcerazione preventiva deve essere un fatto eccezionale. Ma se noi guardiamo i casi di carcerazione preventiva ed il numero di processi e di imputati alla procura della Repubblica di Milano possiamo constatare e toccare con mano che la carcerazione preventiva e' un fatto eccezionale''. Quanto alla nuova legge che prevede la depenalizzazione del reato di violazione del finanziamento pubblico ai partiti, Borrelli ha dichiarato: ''ad una prima lettura non ci pare che questa normativa costituisca un colpo di spugna''.

Roma. I parlamentari Giulio Di Donato (Psi) e Paolo Cirino Pomicino (Dc) avrebbero esercitato ''pressioni'' per far trasferire il maggiore dei carabinieri Vittorio Tomasone, uno degli investigatori di punta della tangentopoli partenopea. Lo ha rivelato il deputato della Dc Alfredo Vito al settimanale ''L'Espresso'', in una intervista che verra' pubblicata nel prossimo numero. Secondo Vito, i due parlamentari ne avrebbero discusso in sua presenza a Montecitorio nel settembre del '92.

Torino. La procura del capoluogo piemontese ha chiesto il rinvio a giudizio dei parlamentari Giuseppe La Ganga (Psi), Vito Bonsignore (Dc), e Severino Citaristi (Dc). Il provvedimento rientra nell'inchiesta sulle tangenti legate alla costruzione, mai realizzata, del nuovo ospedale di Asti. La Ganga e Citaristi sono accusati di corruzione, Bonsignore di abuso e concussione.

Tel Aviv (Israele). LaToya Jackson, la sorella cantante e provocatoria di Michael Jackson, conferma tutto: in una clamorosa conferenza stampa a Tel Aviv ha sparato a zero sul fratello, dichiarando non solo che Michael lo fa con i bambini da anni, ma anche che ha pagato molti genitori e cifre molto alte, impressionanti, ''non certo noccioline'', per farli tacere. Occhialoni scuri e uguale al fratello in modo impressionante, LaToya, non ha certo usato mezzi termini per lanciare le sue accuse. ''Non posso tacere piu' a lungo -ha detto la Jackson- e' molto difficile per me, perche' Michael e' mio fratello e l'amo molto, ma non posso piu' collaborare col mio silenzio a quello che fa, non voglio esserne complice''. (segue)

(Dis/As/Adnkronos)