MEDICINA: OPERAZIONI IN DIRETTA PER I CHIRURGHI VASCOLARI
MEDICINA: OPERAZIONI IN DIRETTA PER I CHIRURGHI VASCOLARI

Roma, 9 dic. (Adnkronos) - Le tecniche all'avanguardia nella chirurgia vascolare e i ''segreti'' degli interventi piu' delicati in questo settore, saranno trasmessi in diretta dalla sala operatoria dell'Ospedale Sant'Orsola di Bologna alla sala congressuale, nell'ambito del Convegno di chirurgia vascolare presieduto dal prof. Massimo D'Addato, direttore della Cattedra di chirurgia vascolare in programma dal 13 al 15 dicembre.

Gli interventi piu' delicati ai quali chirurghi (vascolari e generici) potranno assistere in diretta, sono quelli a carotide, coronarie e alle arterie aorta, iliache, e fermorale, resi necessarie dall'ateroscelerosi. Complessivamente rappresentano il 50 per cento delle operazioi di chirurgia vascolare e sono le cause, rispettivamente di ictus, infarto del miocardio e gangrena.

Fra gli interventi piu' delicati, quelli sugli aneurismi dell'aorta toraco-addominale. Per questi ultimi la mortalita' e' ancora altissima in caso di emorragia. Nel 50 per cento dei casi i pazienti muoiono prima di arrivare all'ospedale e per chi riesce ad avere le cure di urgenza, la mortalita' oscilla dal 30 per cento al 70 per cento. Se invece l'intervento e' programmato, la mortalit' scende al 1-2 per cento. Tuttavia anche quando l'intervento viene pianificato, si ha un rischio di paraplegia pari a circa il 10 per cento. Fra le tecniche chirurgiche piu' avanzate che saranno presentate a Bologna l'uso di sonde a fibre ottiche per le rivascolarizzazioni.

Grazie a questi strumenti delle dimensioni di 2 millimetri e flessibili e' possibile seguire tutte le fasi dell'intervento. Un vantaggio che in termini di risultati, si traduce con la riduzione del rischio della comparsa di riocclusioni nelle prime 24 ore dal 10-40 per cento (con i metodi tradizionali al 5 per cento).

(Com/Pe/Adnkronos)