SANITA': COORDINAMENTO EMOTRASFUSI - FINANZIARE INDENNIZZO
SANITA': COORDINAMENTO EMOTRASFUSI - FINANZIARE INDENNIZZO

Roma, 9 dic (Adnkronos) - Il Coordinamento emotrasfusi, costituitosi recentemente a Napoli su iniziativa del Movimento Federativo Democratico - Tribunale per i diritti del malato, delle associazioni di emotrasfusi, della Cgil di Napoli e della ''Casa dei diritti sociali'' e che opera a difesa dei cittadini contagiati da sangue infetto, ha chiesto al sottosegretario alla Sanita' Nicola Savino, nel corso di un incontro, che venga finanziata dal Parlamento la legge 210/92 che prevede l'indennizzo a seguito di vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati.

Il Coordinamento ha chiesto all'on. Savino, che vengano prorogati i termini di entrata in vigore della legge al fine di consentire a tutti i cittadini contagiati di poter accedere alla domanda di equo indennizzo, e che il ministro della Sanita' si costituisca parte civile in tutte quelle azioni legali in cui l'immagine del ministero sia stata gravemente lesa da azioni o omissioni di persone ad esso appartenenti.

Gli emotrasfusi hanno inoltre invitato il ministro della Sanita' a disporre che tutte le persone che abbiano subito una trasfusione o abbiano assunto emoderivati, plasma o albumina, possano effettuare controlli specifici presso Usl e strutture ospedaliere adeguate; che in tali strutture vengano effettuati gratuitamente gli esami e i controlli necessari al monitoraggio della malattia; che venga garantita una pronta informazione alle parti interessate e fornita loro la certificazione adeguata a richiedere e ad ottenere l'equo indennizzo.

(Ria/Bb/Adnkronos)